Come fare i compiti delle vacanze? Guida passo passo

Siete preoccupati per i vostri compiti delle vacanze? Non avete ancora cominciato? I vostri bambini si rifiutano di fare gli esercizi? Non preoccupatevi, noi vi daremo alcuni consigli base per affrontare al meglio i vostri esercizi anche a partire da settembre.

 

Programmare

programmare

 

A inizio vacanze sarebbe bene lasciarsi il mese di giugno come tempo di relax e programmare a partire da luglio o agosto la divisione dei compiti. Una delle prime condizioni per fare i compiti delle vacanze al meglio è quella di suddividere il tempo, magari proprio con un calendario di lavoro che vi dica giorno per giorno come suddividere le ore di studio, le materie da affrontare e le ore di svago. Nei nostri corsi questa programmazione viene chimata MasterPlan.

Se fino ad oggi, comunque non avete fatto nulla, non disperate, potete fare il vostro calendario dei compiti della vacanze anche adesso. Suddividete i compiti per i giorni che mancano all’inizio della scuola e cominciate a mettervi al lavoro. Man mano che i compiti verranno fatti, dite al vostro bambino di spuntare la lista dei compiti della giornata ̶b̶a̶r̶r̶a̶n̶d̶o̶l̶i̶. In questo modo sarà molto più motivato e potrà misurare la progressione dei compiti.

Evitare le distrazioni

Aspetto importantissimo del fare i compiti delle vacanze è quello di evitare distrazioni, abbandonare tv, pc, cellulari e videogiochi. Fate studiare vostro figlio in un ambiente ordinato e tranquillo che non faciliti le distrazioni è il modo migliore per essere proficui, evitare errori e apprendere più informazioni possibili. Posso inoltre consigliare questo se siete amanti delle App: vi suddivide le sessioni di lavoro in 40 minuti di lavoro e 5 di pausa fino alla pausa finale di 15 minuti.

Suddividere il lavoro in piccole microsessioni anche con un semplice Timer rende il bambino più concentrato, provare per credere. All’inizio potreste incontrare un pochino di resistenza perchè non è semplice fare mente pulita di tutte le distrazioni subdole della mente. Se così fosse fate scrivere un foglio ai vostri bambini con un grande titolo chiamato VIRUS. Ogni volta che gli verrà in mente di fare qualcosa al di fuori dello studio fateglielo scrivere sul foglio: questo strumento serve a far scaricare la mente dai pensieri e permettere una sessione di lavoro efficace.

Le cose scritte sul foglio potranno essere recuperate nelle pause 😉 Devi scrivere al tuo amico su WhatsApp? Nei 5 minuti di pausa puoi farlo!

Luogo di studio

Sembra un aspetto davvero irrilevante ma invece è importantissimo studiare nel luogo giusto, vi consigliamo di evitare la cucina poiché essendo un luogo di ritrovo per la famiglia non permette di trovarsi in silenzio e inoltre, contenendo cibo, è una facilissima fonte di distrazioni e pause. Sarebbe ottimale un posto con una visuale su un paesaggio naturale perchè in tal modo viene affaticata meno la vista.

I gruppi di studio

gruppi di studioVisto che siamo giunti a settembre e non avete ancora finito, o peggio iniziato, i compiti per le vacanze, potrebbe esservi d’aiuto lavorare in gruppo. Scegliete magari compagni di scuola più bravi che possano esservi di esempio e organizzate giornate dedicate ai compiti. La cosa importante è quella di non lasciarsi prendere dalle chiacchiere e dai videogame molesti. In tal caso dovreste monitorare l’attività del gruppo concedendo delle pause o aiutando ciascun bambino.

Divertimento? Usa le Mappe Mentali

Ricorda che per i compiti più discorsivi come ad esempio storia, geografia, italiano, lettura di libri.. non serve predere appunti riga per riga, ma individuare le parole e i concetti chiave che serviranno a ripetere il discorso quando cominceranno le lezioni.

Le mappe mentali sono degli schemi: partendo dall’argomento o dal titolo di ogni capitolo si disegnano le diramazioni principali, nelle quali si scrivono i principali concetti chiave; e da queste si fanno partire altre diramazioni secondarie, nelle quali si scrivono i concetti più nel dettaglio collegati ai principali. Per una guida passo passo su come fare guarda questo nostro articolo sulla preparazione di un esame universitario: il procedimento è lo stesso.

Errori più comuni nel fare i compiti delle vacanze

Oltre a seguire questi semplicissimi consigli per fare i compiti delle vacanze, è bene anche che voi evitiate di fare sempre i soliti errori, come ad esempio fare dei tour de force o scegliere orari di studio serali. Il momento migliore per fare i compiti in vacanza è la mattina presto, dopo colazione, quando ancora non è troppo caldo. Il pomeriggio potrà essere sfruttato per il divertimento: una buona gita al lago, partitella di calcio, un’ora di PlayStation.. ecc..

Se voleste organizzare dei gruppi di studio, far entrare la metodologia di studio nelle scuole o avere informazioni più dettagliate su come affrontare degli aspetti del metodo di studio dei vostri figli scrivete a info@mindteam.it.

Saremo più che felici di potervi offrire senza impegno il nostro supporto via mail o telefono.

Buone vacanze a tutti e buoni compiti 😉

Leave a Comment