Perchè fare sport aumenta anche la media scolastica?

Chi di voi ha letto l’articolo della Gazzetta Dello Sport sull’abbandono sportivo dell’80% dei ragazzi attorno ai 14 anni?

Io ricordo che l’attività sportiva era un momento di divertimento, di sfogo, di condivisione delle emozioni con la squadra e di sperimentazione anche dell’amarezza e del ‘vinceremo la prossima volta dando il meglio!’.. ora il quadro è completamente cambiato.. genitori che vogliono il meglio dalle performances dei propri figli e che non accettano la sconfitta.

Questa storia della competizione a tutti i costi rovina la purezza di momenti che dovrebbero essere, in una fascia di età almeno come quella della preadolescenza, solo di crescita.

Lo sport è una grande lezione, una continua e meravigliosa palestra di valori. Chi non lo pensa non è un vero atleta.

Alessandro Del Piero

Cosa insegna lo sport?

Ecco allora vorrei farvi cambiare punto di vista.. vorrei che vedeste lo sport come momento di educazione. Per poterlo fare però bisogna comprendere alcuni motivi per cui fare sport è molto importante:

  • nello sport impari il rispetto delle regole (c’è un regolamento, ci sono degli arbitri, ci sono i compagni da rispettare);
  • lo sport è un gioco;
  • nello sport puoi esprimere quello che sei, anche corporalmente;
  • nello sport impari a essere autonomo (i genitori non dovrebbero entrare negli spogliatoi);
  • nello sport impari che esistono conseguenze ai tuoi comportamenti;
  • nello sport impari l’educazione;
  • nello sport impari due culture: la sconfitta e la vittoria.

Se impari a vincere e perdere nel campo, impari a farlo anche nella vita. Ecco direi che in questo gli sport, soprattutto quelli di squadra aiutano molto, perché fanno vivere delle esperienze estremamente utili e incredibilmente vicine alla vita di tutti i giorni.

Ricordate la canzone degli 883? E’ la dura legge del gol, gli altri segneranno però che spettacolo quando giochiamo noi, non molliamo mai.. perchè in fondo lo squadrone siamo noi! E’ di questo che i nostri ragazzi hanno bisogno: sogni e relazioni sociali.

Lo sport porta organizzazione e priorità anche nello studio

Attraverso l’impegno settimanale nello sport, i ragazzi riescono a staccare la testa da un pomeriggio di studio, scaricano stress e iperattività oltre che ossigenare per bene il proprio cervello. Ovviamente lo sport deve essere moderato e scelto dal ragazzo in base al suo divertimento e ai suoi talenti personali. Se vostro figlio non ha particolare voglia di fare sport, fatelo camminare all’aria aperta, soprattutto in queste magiche giornate natalizie durante le pause dello studio, che ho già spiegato in questo articolo.

Inoltre l’impegno aiuta il ragazzo ad organizzare il proprio tempo: sapere di avere poco tempo aiuta a focalizzarsi meglio sulle cose da fare e fa attribuire priorità alle materie da ripassare o da preparare per una prova.

Leave a Comment