Guida passo passo sulle Mappe Mentali

COS’E’ UNA MAPPA MENTALE?

Una mappa mentale è un modo per rappresentare il pensiero in forma radiante utilizzando associazioni, colori, immagini, gerarchie. Così come i nostri neuroni compongono delle associazioni tra l’uno e l’altro nell’apprendere e nell’elaborare nuove informazioni, così le nostre mappe mentali simulano tale processo tra un concetto e l’altro. Quando eravamo a scuola, nella maggior parte dei casi ci hanno insegnato ad utilizzare il pensiero lineare che però è solo una delle lingue che  parla la nostra mente.

O forse il tuo cervello ragiona in Arial14? 🙂

Per esempio, se dico la parola CANE cosa succede? Visualizzi un’immagine? Ti vengono in mente delle associazioni? Sono ragionevolmente sicuro che nell’istante in cui hai letto la parola tu abbia visualizzato delle immagini e ti siano venute in mente delle associazioni: perché è così che il cervello lavora! Utilizzando immagini, associazioni, emozioni..

COME SI LEGGE UNA MAPPA MENTALE?

Senza dare interpretazioni troppo rigide su come si legge una mappa mentale,  ci sono alcune regole generali che ti saranno davvero utili.

  1. Si parte dal centro che è il punto focale della mappa mentale

Può essere rappresentato da una parola chiave o soltanto da un’immagine creativaMi raccomando: più le immagini sono divertenti e paradossali, più efficace sarà il ricordo!

2. Le parole o le immagini che si trovano più vicine all’immagine centrale costituiscono i temi principali della mappa mentale.

Da dove cominciare a leggere la mappa?? Immagina il quadrante di un orologio  partendo dalle ore 13:00 in senso orario

3. Osserva i legami tra i rami e le parole chiave che consentono da sole di assimilare il concetto globale dell’informazione

COME FARE UNA MAPPA MENTALE?

Benissimo, speriamo di averti convinto a rimboccarti le maniche. Passiamo ai fatti!

  • PARTE TUTTO DA UN FOGLIO BIANCO

Prendi un foglio bianco e mettilo in orizzontale (in verticale dà un senso di chiusura e limita la parte creativa).

  • IMMAGINE INIZIALE

Inizia dal centro disegnando un immagine che rappresenti l’argomento principale.

  • I RAMI

Inserisci i rami principali usando linee curve e colorate (mooooolto meno noiose di quelle dritte e monocolore).

  • GERARCHIA

Lo spessore delle linee e la dimensione delle parole diminuisce con l’allontanarsi dal centro

  • PAROLE CHIAVE: UNA E SEMPLICE!!

Limitati a scrivere una parola chiave per linea e fai in modo che sia facilmente leggibile. La lunghezza della linea deve coincidere con quella della parola dell’immagine di riferimento, altrimenti constringeremo l’occhio a fare maggiore fatica nel leggere le informazioni.

  • COLORI, COLORI, COLORI!

Usa immagini e icone, catturano l’attenzione e stimolano la creatività aumentando l’impatto di ogni elemento.

  • E soprattutto: DIVERTITI!!

SEI TECNOLOGICO?

E’ disponibile come una estensione di Chrome: si chiama Coggle e la versione base è free. E’ possibile infatti creare mappe illimitate e dettagliate con rami colorati e curvi, come nelle reali mappe mentali.

E se vuoi abbellire il tutto con delle immagini, puoi caricarle dal desktop. Ma la cosa più strabiliante è che si possono creare delle mappe collaborative, puoi invitare delle persone, vedere chi modifica il documenti in tempo reale o comunicare con gli altri componenti del team o gruppo di studio. Il software permette inoltre di fareil download delle mappe mentali come un testo, un’immagine PNG o un PDF.

One Response

  1. 28 novembre 2017

Leave a Comment