Il cambiamento: Cosa faresti se non avessi paura?

Mouse in a maze --- Image by © Tetra Images/Corbis

Cosa significa cambiamento? Il cambiamento è una richiesta di flessibilità, sia essa in in campo lavorativo, affettivo, sportivo, che le contingenze esterne richiedono affinchè tu possa riuscire a sopravvivere. Cambiamento può anche essere il non avere sempre l’ultima parola durante una discussione con un collega o saper capire quando è tempo di lasciar andare una storia che non va più.

D’altronde sei un’animale, molto più simile alle scimmie di quanto tu possa mai immaginare. Quindi il cambiamento, l’evoluzione non ti può spaventare: tu derivi dal cambiamento! Non ne hai paura, giusto?

Hai mai letto il libro: ‘Chi ha spostato il mio formaggio?’ di Spencer Johnson?schermata-del-2016-10-31-10-35-50

Attraverso questa lettura scoprirai che una parte di te è letteralmente terrorizzata dal cambiamento. Si tratta di una lettura in apparenza semplice, quasi per bambini che però mi ha fatto riflettere sull’importanza di questa tematica.

Narra la storia di due topolini e di due gnomi che si nutrono di formaggio, vivono felici in un deposito, abbuffandosi, senza preoccupazioni. Un bel giorno trovano il deposito vuoto. Niente più formaggio per loro, così sono costretti ad affrontare il cambiamento, ognuno con le sue metodiche.

Tu cosa faresti? Rimarresti bloccato nel tuo deposito vuoto o andresti fuori all’avventura??

I topolini, esseri semplici, si mettono subito alla ricerca di un nuovo pezzo di formaggio da mangiare. I due gnomi, affrontano la cosa in maniera diversa. All’inizio si avviliscono e decidono di aspettare che qualcuno riporti loro l’adorato formaggio, ma nessuno lo fa, il tempo passa e la fame aumenta. Così uno dei due, decide di affrontare il cambiamento, di superare la paura dell’ignoto e di mettersi alla ricerca di un nuovo formaggio. L’altro resta, ed aspetta arrabbiandosi con la sorte che gli aveva sottratto il formaggio a cui era abituato ed affezionato.

images-2Quante volte te la prendiamo con gli altri per delle cose che non sono andate come volevi? Ti fossilizzi sulla perdita e non ti accorgi del fatto che potresti muoverti per trovare almeno una possibile soluzione.

Io stesso sono ancora alla ricerca del mio formaggio. Ne trovo pezzetti lungo la strada che mi rincuorano, e che mi invogliano a continuare il cammino che ho intrapreso, alla ricerca del mio deposito, situato in qualche parte nel labirinto della vita.

Però da questa lettura mi porto delle scaglie di saggezza, quella buona quasi come il grana sulla pasta della Domenica, parlando sempre in tema. E voglio condividerle con te:

  • LA PAURA

Ricorda: che cosa faresti se non avessi paura? La paura che ti blocca nel cambiamento è quella d’ immaginarsi mostri sempre più grandi di quelli che incontrerai poi nella realtà, tu non devi vederli quei mostri.

  • RIDI DI TE STESSO E ACCETTA I TUOI ERRORI

La via più rapida per cambiare è guardare con grande ironia i propri comportamenti assurdi, perchè diventa più semplice abbandonarli e rimboccarsi le maniche per passare all’azione.

  • MUOVITI

Niente è più frustrante nella vita che restare fermi, in attesa che qualcosa accada. Se vuoi qualcosa devi lavorare per ottenerla, che sia un rapporto d’amore soddisfacente, o una prospettiva di lavoro migliore, o qualunque cosa desideri nella tua vita. La ricerca, il movimento, il mettersi alla prova è già gratificante di per sé, al di là dei risultati, perché ti fa prendere fiducia igrana-padano-marchin te stesso, dà un senso alla tua esistenza.

Dunque, qualsiasi vicolo del labirinto tu stia percorrendo…

Buona ricerca del tuo fantastico formaggio!