Esami: bestia nera? Studente la sconfigge con questa semplice tecnica

Leggo, rileggo, ripeto… rileggo, ripeto.. rileggo, ripeto.
Questa è la routine che la maggior parte degli studenti utilizza per studiare – ma la ricerca degli psicologi, sia per esperimenti di laboratorio e su studenti reali nelle classi, mostra che questo è un metodo sbagliato per per imparare delle nuove informazioni.
È preferibile usare strategie di apprendimento attivo – come flashcard, diagrammi, quiz e mappe mentali.

Di seguito alcuni utili suggerimenti che rivoluzioneranno in positivo la tua routine di studio:

1) Fai finta di essere in un gioco a Quiz!
Secondo una ricerca della Washington University quando gli studenti rileggono un capitolo del libro di testo, non hanno alcun miglioramento nell’apprendimento rispetto alla prima lettura.
Anzi nella maggior parte dei casi la seconda lettura è superficiale ed è insidiosa poiché si ha la convinzione che si conosca bene la materia.
Una buona tecnica è leggere una sola volta e poi trasformare il testo in domande. Non conoscere le risposte alle domande ci dà una diagnosi accurata su ciò che non conosciamo e ci esorta a trovare un modo per recuperare le informazioni mancanti.
Ad esempio: stiamo studiando l’antica Roma e la Grecia, partner commerciali. Chiediti perché sono diventati partner commerciali. Etc
Nel fare questo, si crea una migliore comprensione, che porta ad una migliore memoria e apprendimento.

2) Ti conosco, mascherina!
Partiamo da un’esempio: se stai studiando come il neurone trasmette elettricità (una guaina aiuta l’energia a passare attraverso i neuroni in modo più rapido) puoi paragonare questo principio al passaggio dell’acqua corrente attraverso un tubo. Questo è esattamente ciò che avviene nella trasmissione dell’elettricità attraverso le guaine.

3) Disegna le informazioni
Una importante strategia è fare mappe mentali o modelli visivi.
Tutto ciò crea l’apprendimento attivo e stimola la creatività oltre a creare opere d’arte che restano nel tempo.

4) Utilizzare flashcard
Le flashcards sono un altro metodo efficace di apprendimento. Sulla card viene indicato un elemento del testo, una parola chiave o una domanda che rimanda ai contenuti dell’argomento da studiare. Prendendo una carta dal mazzo si consentirà un recupero delle informazioni dalla memoria.

5) I tempi del ripasso
Molti studenti che incontriamo spesso nei nostri corsi a scuola ripetono fino all’ultimo minuto, più e più volte le informazioni. Ma i migliori risultati si ottengono esercitandosi un pò al giorno, senza sovraccaricare il cervello di informazioni.
In altre parole il cervello è un muscolo e come tale va utilizzato: in palestra ci si esercita continuamente e facendo dei piccoli sforzi, ma sistematici.
Perchè non bisognerebbe farlo anche con il cervello, quindi?
Attenzione infine alla strategia dei ripassi.
Perchè fare troppo quando si potrebbe fare di meno ed avere lo stesso risultato?
Attenzione a questa strategia, provala e poi mi saprai dire se funziona:
– studia
– ripassa l’informazione che hai studiato dopo 10 minuti
– ripassa nuovamente dopo 1 giorno (così ricorderai per una settimana senza ripassare)
– ripassa ancora dopo 1 settimana (ricorderai per 1 mese senza ripassare)

A me personalmente questa tecnica ha cambiato la vita!

Leave a Comment